CORONAVIRUS: prevenzione con OZONO?

CORONAVIRUS: prevenzione con OZONO?

Pubblicato il : 05/02/2020 - Categorie : Approfondimenti , Ioni e Ozono

Difficile scrivere qualcosa di inedito sul CORONAVIRUS, in questo periodo storico è difficile anche per gli organismi scientifici dare notizie certe e possibilmente non allarmanti. Lo stesso Ministero della Salute, per evitare che le tante fake news, notizie false di cui il web è pieno, diventino virali e quindi prese per vere, ha organizzato pagine informative sul proprio sito:

A proposito di prevenzione…

L’Ozono è efficace per combattere i virus?  Può aiutare a ridurre la diffusione di pandemie ed epidemie?

Certamente!

L’ozono inattiva virus, distrugge batteri,, funghi, lieviti e protozoi, (senza lasciare residui chimici). La sua azione interrompe l'integrità dell'involucro cellulare batterico attraverso l'ossidazione dei fosfolipidi e delle lipoproteine. Nei funghi, inibisce la crescita cellulare in determinate fasi. Danneggia il capside virale dei Virus e sconvolge il loro ciclo riproduttivo interrompendo il contatto virus-cellula grazie alla iperossidazione. I deboli rivestimenti enzimatici sulle cellule che li rendono vulnerabili all'invasione da parte dei virus li rendono sensibili all'ossidazione e all'eliminazione dal corpo, che li sostituisce con cellule sane.
Tradotto da: www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3312702/.
Per igienizzare ambienti chiusi l’efficacia dell’ozono è ben nota e riconosciuta fin dall’inizio del secolo scorso. Il Ministero della Salute con protocollo 24482 del 31/07/1996 lo ha riconosciuto e approvato. Nel documento si legge tra l'altro: ""Il meccanismo di azione dell'ozono sui virus non è sicuramente quello di una distruzione, come nel caso dei batteri, ma di un'inattivazione; l'azione dell'ozono consisterebbe in un’ossidazione, e conseguente inattivazione, dei recettori virali specifici utilizzati per la creazione del legame con la parete della cellula da invadere. Verrebbe così bloccato il meccanismo di riproduzione virale a livello della sua prima fase: l’invasione cellulare."" All'interno inoltre è consultabile una tabella con i tempi di esposizione e concentrazione di ozono necessari per inattivare organismi diversi. Per scaricare il documento completo clicca qui.

PREVENZIONE PER I LOCALI 

Sale d’aspetto di ambulatori medici e veterinari, bar, ristoranti e soprattutto camere e hall di alberghi e strutture ricettive sono aree con alta circolazione e/o concentrazione di persone; in tempi di epidemia globale sono particolarmente a rischio di contaminazione e contagi da batteri e virus. La sanificazione con l’ozono presenta molti vantaggi: può essere fatta quotidianamente in modo autonomo, è economica, efficace ed ecologica. L'ozono è molto efficacie per rimuovere contaminanti chimici e biologici e odori come quello del fumo. Per farla occorre un generatore di ozono adeguato al volume e alle caratteristiche degli ambienti da trattare. Per un trattamento sanificante normalmente si immette un'alta concentrazione di ozono in modo ciclico per brevi periodi; durante queste sessioni non devono essere presenti persone o animali, per questo è un’operazione che viene avviata spesso alla notte. Si possono effettuare trattamenti di "mantenimento", in caso di persone presenti, con erogazione di dosi minime di ozono per periodi di tempo lunghi. L’ozono ricordiamo è un gas instabile che ha una emivita breve e già dopo ca 30 min. metà della dose è ritornata allo stato di ossigeno.

Leggi anche: perchè usare l'ozono in hotel e B&B

PREVENZIONE PER GLI AUTOMEZZI
I mezzi pubblici sono soggetti ad un alto rischio di contaminazione. Taxi, tram, autobus, pullman, treni, furgoni frigo camion, autotreni e ambulanze possono essere trattati con un generatore di ozono adeguato e igienizzati come se fossero “piccoli locali”.  Vedi anche "trattamento shock": si chiudono porte e finestrini e si satura l’interno dell'abitacolo con ozono. Un taxi può essere igienizzato in circa 20-30 min.

Leggi anche: come scegliere un generatore di ozono e perchè


PREVENZIONE PER LE PERSONE
A scopo preventivo per ridurre l'esposizione e l'eventuale trasmissione del nuovo CORONAVIRUS, , è bene rispettare le classiche norme igieniche, come quelle indicate sul sito salute.gov per i viaggiatori, ad esempio:
• evitare il contatto diretto con persone che soffrono di infezioni respiratorie acute
• lavarsi spesso le mani, soprattutto dopo il contatto diretto con persone malate
• evitare di visitare mercati ittici o di animali vivi
• evitare il contatto diretto con animali da allevamento o selvatici vivi o morti
• rispettare l’igiene respiratoria se si hanno sintomi di infezione respiratoria acuta:
  evitare contatti ravvicinati, coprire starnuti e colpi di tosse con un fazzoletto, preferibilmente monouso,
  indossare una maschera chirurgica e lavarsi le mani.


OZONOTERAPIA CONTRO CORONAVIRUS.
Per quanto riguarda trattamenti su persone l’ozono può dare ottimi risultati, ovviamente per le terapie è obbligatorio rivolgersi a medici specializzati. Nel caso vi interessi approfondire l’argomento segnaliamo il sito della Sioot (Società Scientifica Ossigeno Ozono Terapia) del prof. Franzini, considerato di riferimento per l'argomento.

 

DISCLAIMER

Per nostra scelta aziendale, in sintonia con le “linee guida”, cerchiamo sempre di verificare le fonti prima di pubblicare notizie o informazioni soprattutto riguardo ai prodotti che importiamo e vendiamo soprattutto quando si tratta di salute. Le informazioni nel presente blog vanno intese solo a scopo divulgativo e illustrativo non per acquisire esperienza o definire protocolli per usi pratici.
In questo ed in altri post è possibile ci siano imprecisioni, inesattezze o errori non voluti. Nel caso chiediamo cortesemente di comunicarcelo immediatamente in modo da poter eventualmente provvedere. Grazie.

Please log in to rate this article

Condividi