Pripyat, come usare un contatore geiger in viaggio. - Tommesani Bologna

Categorie

Promo

Pripyat, come usare un contatore geiger in viaggio.

Pubblicato: 27/02/2018 12:18:04
Categorie: Approfondimenti

Perchè visitare Chernobyl?
"E' la pompei dei nostri giorni" così la definisce Francesca Gorzanelli che insieme a Emanuele Cosimi, entrambi fotografi, sono diventati dei veri e propri tour operator italiani specializzati nell'organizzare viaggi esplorativi in zone che, ancor oggi, sono una viva e incredibile testimonianza del tragico evento accaduto nel 1986.

Contrariamente alle visioni solo macabre di alcuni, Francesca sul suo blog raccoglie il dramma e la dignità di quella gente in una visione fotografica poetica e umana.

Con le sue immagini uniche testimonia la resilienza e la reazione di persone, piante e animali che rappresentano un vero e proprio museo vivente a cielo aperto.
Già, vivente, perchè a Pripyat e dintorni persone animali e piante sono ancorà lì e Francesca non può fare a meno di rappresentarli con grande passione nelle sue foto.

Ma...attenzione! Potrebbe accadere che, dopo aver osservato le loro foto, vi venga voglia di informarvi sui loro tour e poi decidere di partire con loro. In questo caso non dimenticate di portare in valigia un contatore geiger Gamma-Scout, indispensabile per la vostra sicurezza, amico inseparabile nei loro viaggi. 
  

    

Le immagini e il testi sono stati ricavati da:

Il blog di Francesca Gorzanelli

Il blog di Emanuele Cosimi

Altri articoli che potrebbero interessarti

Se ti va condividi questo articolo