Come spiare il proprio sistema immunitario con un tablet

Come spiare il proprio sistema immunitario con un tablet

Pubblicato il : 13/02/2020 - Categorie : Novità

Durante la stagione invernale arriva puntualmente il periodo delle epidemie influenzali ma con l’inverno 2020, purtroppo, è arrivata una emergenza globale imprevista e grave come il Coronavirus.

Per prevenire possibili forme di contagio e diffusione è quindi più che mai indispensabile adottare tutte le attenzioni e le precauzioni indicate dalle Organizzazione Mondiale della Sanità.
Ovviamente mantenere il sistema immunitario in piena efficienza è il primo compito che tutti abbiamo, è di una importanza vitale.
Ma come fare per sapere "come sta" il sistema immunitario? Con ROFES! Un semplice e veloce test che fornisce indicazioni del livello funzionale ed energetico di questo importante sistema direttamente su tablet o computer. Il test  può essere un valido aiuto nel rapporto di collaborazione col proprio medico. 

Di seguito riportiamo il capitolo relativo al sistema immunitario estratto dalla brochure informativa in dotazione al dispositivo ROFES.

Dopo un test (rofogramma), di fronte a valori bassi del sistema immunitario, una persona potrebbe farsi delle domande come ad esempio:

Sono stato ammalato di recente?
Soffro spesso, di malattie correlate al freddo?
Soffro di allergie?
Soffro di malattie autoimmuni, ad esempio artrite reumatoide o tiroidite?

Nel caso in cui le risposte fossero tutte negative, la persona dovrà focalizzare l'attenzione sul sistema immunitario perché, con valori tendenzialmente bassi,  il rischio di contrarre malattie è più elevato.
In ogni caso è sempre opportuno consultare il proprio medico che se necessario prescriverà eventuali provvedimenti.

La funzione del sistema immunitario è di proteggere noi stessi da organismi non riconosciuti: batteri, virus, funghi, parassiti e così via. Se il sistema immunitario è debole, una persona non è protetta contro fattori esterni e ne può essere contagiata.
Inoltre, alcuni scienziati sostengono che le malattie oncologiche sono causate da un malfunzionamento del sistema immunitario, che non è in grado di distruggere le cellule atipiche, che appaiono costantemente nel nostro corpo.
Il sistema immunitario è uno dei più importanti sistemi dell’organismo, in condizioni normali è dotato di notevoli risorse.  Raramente si rileva una forte diminuzione della sua funzionalità (valore «2» o inferiore) E’ possibile rilevare dette situazioni che potrebbero indicare un pesante indebolimento del sistema immunitario. In questi casi la funzionalità si abbassa a «tre», mentre la risorsa è uguale a «4» o «5».
Può succedere alla fine della primavera, inizio estate, quando l’aria è satura di una varietà di allergeni che sbocciano da fiori e alberi. Anche se una persona non è iperallergica, il sistema immunitario deve sostenere questa minaccia che si riflette sul rofogramma. Di solito le persone malate hanno un sistema immunitario con la funzionalità indebolita e la risorsa pari a «3» ma non inferiore.
Le persone iperallergiche di solito hanno una buona funzionalità, mentre la risorsa può risultare pari a «3». Se il valore di funzionalità o risorsa è più bassa di «3», il test va ripetuto nel tempo. Nel caso si mantengano valori bassi, è chiaro che il sistema immunitario si trova in uno stato critico e necessita di rinforzo. 

Rivediamo schematicamente esempi di risultati e combinazioni funzionali /energetiche possibili:

- 5-5 – eccellente
- 4-4 – buono
- 3-4 (5) - il sistema immunitario è depresso, probabilmente da allergeni o un piccolo raffreddore
- 3-3 - la persona probabilmente soffre spesso di piccoli malanni
- 4(5)-3(2) - la persona potrebbe essere un tipo allergico, la risorsa energetica è bassa per una elevata - attività del sistema immunitario
- 4-2 – potenziali  rischi di carenza immunitaria di varia origine
- 2-2 (o inferiore) - un caso raro, una grave immunodeficienza.

Per evitare errori, in casi di valori molto bassi, il test va ripetuto più volte e se l’andamento nel tempo fosse confermato (ROFES memorizza ogni test e dà statistiche) sarebbe bene consultarsi con uno specialista.

Lo stato del sistema immunitario può influenzare il risultato generale del rofogramma. Per esempio, i valori nel rofogramma possono peggiorare rapidamente, anche se non sono presenti sintomi di malattia. Successivamente, dopo 6-12 ore, quando (per esempio) la persona sente i sintomi di una infezione virale, il rofogramma migliorerà. Questo sta a indicare che il sistema immunitario si è attivato per combattere l’infezione in atto. Se l’infezione virale dovesse complicarsi, si noterà il rofogramma peggiorare nuovamente.

Non solo sistema immunitario:

Il dispositivo ROFES, collegato ad un PC o ad un tablet, in soli tre minuti fornisce un quadro di valori molto utili per monitorare i livelli di salute generale, stress, stanchezza e dei 17 più importanti organi e sistemi.

DISCLAIMER

Per nostra scelta aziendale, in sintonia con le “linee guida”, cerchiamo sempre di verificare le fonti prima di pubblicare notizie o informazioni soprattutto riguardo ai prodotti che importiamo e vendiamo soprattutto quando si tratta di salute. Le informazioni nel presente blog vanno intese solo a scopo divulgativo e illustrativo non per acquisire esperienza o definire protocolli per usi pratici. 
In questo ed in altri post è possibile ci siano imprecisioni, inesattezze o errori non voluti. Nel caso chiediamo cortesemente di comunicarcelo immediatamente in modo da poter eventualmente provvedere.
ROFES NON è un dispositivo medico e non fa esami clinici o diagnostici. Per qualsiasi dubbio o consiglio riguardo la salute è sempre necessario rivolgersi esclusivamente ad un medico.

Grazie.

Please log in to rate this article

Condividi