Dispositivo per bioarmonizzare gli effetti dei campi elettromagnetici
PROMO

Dispositivo per bioarmonizzare gli effetti dei campi elettromagnetici

Dispositivo per compensare l'influenza dannosa sul corpo umano dei campi geo-elettromagnetici di qualunque sorgente naturale, artificiale fissa o mobile .
AK TOM® “AEIR” è il più piccolo dispositivo esistente per la terapia EHF BRR.

 € 240,00  € 300,00 -20%
IVA compresa
 IN 8/10 GIORNI S.V.
 

Per ordini telefonici chiamare il numero: 051.550.761

 

Spedizioni in tutta Italia in 24h (per merce disponibile)

 

Dal 1980 in attività. Dal 1997 online. Non siamo nati ieri

Descrizione

“Æir", come la Dea della vita e della medicina della mitologia norrena da cui prende il nome, è il più piccolo dispositivo esistente per la terapia EHF. Ha solo una modalità: '"Universale EHF BRR", della durata di 1 minuto. Questa modalità è praticamente alla modalità 2 presente nei dispositivi AK TOM® LCD e Mini , quando l’emettitore diodo-giallo funziona in modalità BRR (Background-Resonance-Radiation). 

La funzione principale per cui è stato creato è quella di indurre l'organismo ad una reazione di auto difesa dagli effetti nocivi dei campi elettromagnetici. Come è ormai noto siamo circondati da elettrosmog ovunque andiamo. I campi elettromagnetici influenzano la salute di molte persone in maniera negativa, come per es. la fluidità del sangue creando problemi nel tempo come stress, scarsa energia, malumore, debolezza del sistema immunitario, etc. 

AK-TOM AEIR può fornire un ottimo rimedio naturale per neutralizzare questi effetti. Non si deve presupporre che Æir creerà uno scudo intorno a chi lo indossa o riduca le radiazioni dei telefoni cellulari o di altre sorgenti radianti. Æir aiuta il corpo a reagire e far fronte alle conseguenze di questa azioni. Il suo meccanismo d'azione è geniale: si basa sulla proprietà delle onde EHF di "modulare" la struttura dei liquidi contro l’effetto "sfocatura" prodotta dai campi elettromagnetici nocivi circostanti.
Aiuta a ristabilire i valori biologici corretti e la fluidità del sangue migliorando spasmi vascolari, migliora il trasporto di ossigeno nel sangue e ne aumenta la produzione. Energia, buonumore, fiducia, rilassamento sono solo alcuni degli effetti antistress di una applicazione con Æir". 

Le minuscole dimensioni consentono di indossare il dispositivo sul polso o in altre zone del corpo con gli appositi fissaggi elastici. Quando una persona entra in un intenso campo elettro-magnetico, il dispositivo si accende automaticamente per un minuto. Ma si può attivare anche manualmente  a seconda delle proprie percezioni o necessità anche più volte al giorno. Dopo la prima breve fase di un minuto, nella quale avviene la memorizzazione dell’informazione (o risonanza di fondo), il dispositivo si spegne ed inizia ad emettere naturalmente lo spettro appena memorizzato col quale si può irraggiare (informare)  il flusso del sangue posizionando AEIR in corrispondenza, ad es, di una arteria radiale. 

La modalità BRR (premendo il pulsantino) consente in realtà di effettuare molteplici modi di trattamento in quanto può registrare lo spettro emesso da una qualsiasi forma di vita biologica per poi riprodurlo automaticamente dando la possibilità di trasferire le informazioni vibrazionali ad un punto biologicamente attivo o all'acqua. 

In altri termini, cattura lo spettro della frequenza elettromagnetica circostante nella gamma delle onde millimetriche, comprese tutte le sue componenti spettrali, e lo riemette, armonizzando lo spazio circostante. Inoltre, il dispositivo mantiene a lungo le caratteristiche della sua radiazione (Almeno fino al prossimo utilizzo o accensione).

La confezione comprende:

  • Dispositivo AEIR (completo di batteria tipo CR2032)
  • Cinturino elastico cm 27 
  • Cinturino elastico cm 50
  • Cinturino elastico cm 100
  • Manuali italiano

  • Il dispositivo ha un emettitore incorporato №4 (giallo).
  • Peso -15 gr.

Un interessantissimo approfondimento tecnico sull'incredibile ma vero funzionamento del diodo Gunn del dr. Sergio Stagnaro:

<Innanzi tutto, si tratta di un cristallo non rigido nella sua struttura, bensì malleabile, modificabile, al punto che esso è “capace di formare, ristrutturare la somiglianza esatta di radiazioni esterne ad altissima frequenza (Estremely High Frequencies o EHF). Cosa significa? Dobbiamo pensare che il cristallo arseniuro di gallio (GaAs) è una struttura che irradia, da cui fuoriescono, per sua natura, radiazioni ad altissima frequenza (EHF).
Queste radiazioni sono ricche di informazione, sono energia (racchiusa in una banda misurata in Giga Herz, tra i 40 ed i 70 GHz, con una lunghezza d’onda tra 1 e 10 millimetri, da cui il nome anche di onde millimetriche), oscillazioni proprie anche delle cellule vegetali, animali ed umane, energia-informazione, energia-forma cheinforma, e la forma della struttura GaAs è quella che connota l’informazione della radiazione od oscillazione che viene irradiata (struttura ed oscillazione, forma ed informazione sono due facce della stessa medaglia). In altri termini, essendo la struttura GaAs modificabile, ad ogni struttura GaAs corrisponde una propria radiazione EHF, una propria informazione (che a sua volta è ciò che dà forma alla forma da cui proviene, proprio nel senso etimologico della parola informazione, ossia ciò che dà forma).
Se applichiamo alla struttura GaAs (ossia al diodo o cristallo) una tensione eccedente un valore di soglia (eccitazione locale) possiamo osservare l’effetto Gunn, tanto che il cristallo o diodo GaAs viene anche chiamato diodo Gunn (oppure TED, che sta per Transferred Electron Device).
Cosa significa effetto Gunn? La conduzione ha luogo come in ogni semiconduttore, con la corrente proporzionale alla tensione applicata, ma il semiconduttore arseniuro di gallio (GaAs) ha la speciale proprietà di permettere il formarsi di 2 regioni a differenziale di resistenza negativo (la seconda delle quali dovuta all’effetto Gunn).
In sostanza si creano due valli.  A causa della diversa curvatura delle valli, gli elettroni hanno una diversa massa effettiva. Per questo, un leggero aumento della tensione ad alte frequenze provoca il passaggio degli elettroni da una valle all’altra valle: ecco perché si dice anche TED, ossia dispositivo che permette il trasferimento degli elettroni. Ora, se poniamo il diodo Gunn GaAs su un altro oggetto, ad esempio sulla cute, possiamo osservare l’interazione di campi elettromagnetici deboli (quello del diodo e quello della porzione di cute su cui il diodo è appoggiato).
Cosa succede a livello della struttura del cristallo GaAs (Figura 1) e delle sue radiazioni EHF?

fig1.JPG
Figura 1.
Il diodo Gunn ha struttura cristallina (GaAs). Il cristallo arsenuro di gallio (GaAs) è un semiconduttore, ad alta conduttività e dotato di atomi impuri. Nei siti reticolari del cristallo c’è una pluralità di DAS (momenti di dipolo attivi). Se applichiamo al cristallo-struttura GaAs una tensione eccedente un valore di soglia (eccitazione locale) sappiamo che c’è l’effetto Gunn, ossia avviene un trasferimento di elettroni, tecnicamente avviene una ristrutturazione dei momenti di dipolo attivi (DAS): c’è  polarizzazione, re-irradiazione, reversione dell’equilibrio. In sostanza, un flusso di elettroni esce dal diodo Gunn (è un cristallo che oscilla, che genera radiazioni EHF) e va verso la cute (Figura 2); poi torna indietro, verso il semiconduttore, un differente flusso di elettroni che sono quelli che provengono dalla cute stessa, così che sfruttando l’effetto Gunn, il cristallo viene ristrutturato (c’è ristrutturazione dei DAS), esso assume un’altra forma, una nuova forma.

fig2.JPG
Figura 2.
La struttura cristallina del cristallo GaAs si piò modificare. Il cristallo è capace di forma ristrutturare la somiglianza esatta di radiazioni EHF esterne. A tal fine si sfrutta l’effetto Gunn (che permette il flusso di elettroni che si trovano in due stati di mobilità) e l’interazione dei campi elettromagnetici deboli. C’è ristrutturazione dei DAS (polarizzazione, re-irradiazione, reversione dell’equilibrio), la generazione di fluttuazioni elettromagnetiche EHF (MMW o onde millimetriche), ed il fenomeno della radiazione di risonanza di fondo. Questa nuova forma del cristallo GaAs genera nuove fluttuazioni elettromagnetiche (EHF) che sono quelle, esattamente quelle provenienti dalla porzione di cute dov’è appoggiato il cristallo. Ora è più chiaro comprendere cosa significa dire che “il cristallo del diodo è capace di formare-ristrutturare la somiglianza esatta di radiazioni EHF esterne”. Se poi togliamo la tensione, cosa succede? C’è il cosiddetto fenomeno della radiazione di risonanza di fondo (Background Resonance Radiation o BRR): gli elettroni che dalla cute erano finiti nel semiconduttore, modificandone la struttura, per l’effetto Gunn, da imprigionati nel semiconduttore, diventano liberi di uscire, c’è reversione dell’equilibrio, c’è reirradiazione: il diodo Gunn, il cristallo GaAs neo-formato, rinnovato nella sua struttura, ristrutturato, genera nuove fluttuazioni  elettromagnetiche EHF, quelle proprie della sua nuova struttura, le medesime, somiglianza esatta delle radiazioni EHF di quella porzione di cute dove è appoggiato il diodo. L’utilizzo del diodo Gunn in medicina è molto vantaggioso come è dimostrato dall’esempio mostrato nella figura 3.

fig3.JPG

Figura 3.
L’applicazione del diodo Gunn su globuli rossi deformati (Fig. 3a), incollati assieme, impilati, ha come effetto che dopo 10 minuti la deformazione diminuisce (Fig. 3b), dopo 30 minuti il numero dei globuli rossi è diminuito significativamente (Fig. 3c), e dopo 60 minuti (Fig. 3d) si presenta una situazione normale di globuli rossi.>>

Leggi l'articolo intero dalla fonte: SISBQ.org
Pubblicazione di una ricerca scientifica sulle proprietà terapeutiche del diodo Gunn

Scheda tecnica

AKTOM AEIR

I clienti che hanno acquistato questo prodotto hanno comprato anche: