Elettrosmog. Che cos'è e come difendersi. - Tommesani Bologna

Categorie

Promo

Elettrosmog. Che cos'è e come difendersi.

Pubblicato: 19/04/2017 18:00:14
Categorie: Approfondimenti , Elettrosmog

I campi elettromagnetici sono radiazioni non ionizzanti subdole perché non si avvertono, sono inodori insapori e invisibili ma potenzialmente dannose nel tempo.

Nei luoghi di vita e di lavoro o in auto siamo costantemente circondati da C.E.M. di varia natura e con origini diverse.

Semplificando si possono distinguere in due grandi gruppi: C.E.M. B.F. bassa frequenza e C.E.M. A.F./M.O. alta frequenza e microonde. 

I C.E.M. B.F. possono essere indotti da linee di alta tensione, quadri e impianti elettrici o da apparecchiature collegate alla rete elettrica quali PC, TV, forni, caricabatterie, sveglie, lampade, elettrodomestici, rasoi, phon, spazzolini elettrici ecc. 

Le sorgenti di C.E.M. domestiche sono facilmente individuabili e, se vicine, potrebbero risultare nocive, come ad esempio la classica radiosveglia sul comodino . 

Viceversa i C.E.M. R.F. arrivano anche da lontano, filtrano ovunque e la loro localizzazione non è sempre facile. Telefoni cordless, cellulari, ripetitori per telefonia mobile, radar, smart meter, notebook, tablet e infine gli impianti wi-fi oramai presenti ovunque noi siamo.

Il termine Elettrosmog descrive ed esprime in un’unica parola l’inquinamento ambientale derivato da questo infinito numero di sorgenti. Innumerevoli pubblicazioni scientifiche testimoniano che un “sovradosaggio”costante può portare conseguenze pericolose per la salute.

Sempre più persone soffrono di EHS (elettro-iper-sensibilità) Sono soggetti che hanno raggiunto una debilitante ipersensibilità ai C.E.M. con sintomi simili alla Sensibilità Chimica Multipla.

Come difendersi e prevenire tutto questo? 

La tecnologia oggi mette a disposizione gli Elettrosmog-meter, strumenti con caratteristiche semi-professionali a costi sostenibili. 

Il privato cittadino che desidera conoscere quanto inquinamento elettromagnetico subisce negli ambienti dove vive e lavora può farle prevenzione con e grandi benefici.

Se ti va condividi questo articolo

Aggiungi un commento

 (con http://)